IL CASO GBAGBO: TRAMPOLINO DEL RISVEGLIO AFRICANO N°4


Questo colloquio è la 4a parte di una serie di otto. Si prega di leggere le altre 7 parti.


Nyang Bensouda: Non vorrei neppure menzionare il caso della società francese Sagem, pagata a spese di miliardi dalla Costa d'Avorio, per la gestione di queste elezioni ivoriane. Sagem era stata imposta dalla Francia a Gbagbo, come società che doveva assicurare la gestione tecnica del voto. In realtà, la missione di Sagem era di fare tutto per avere un secondo turno, perché i francesi dopo serie investigazioni erano convinti che Gbagbo avrebbe vinto le elezioni al primo turno. I francesi sapevano anche che con l’impopolarità urlante di dramane ouattara, non potevano osare una manipolazione dando ouattara vincitore al primo turno. Essi sapevano che con un secondo turno, essi farebbero pressione su bédié che essi tenevano tra i testicoli, e giustificano il loro colpo di stato dal fatto che Bédié si sarebbe alleato a ouattara, e il mondo intero vedrebbe plausibile che i due insieme siano in grado di vincere contro Gbagbo. Ecco il gioco che era stato pianificato, ed ecco la missione che era assegnata alla società francese Sagem. E Sagem aveva ben fatto il suo lavoro. Di conseguenza, il sangue ha colato a fiume in Costa d'Avorio e continua a colare.


Con ciò, quale paese africano serio può ancora affidare la gestione di quel che sia a una società francese pur sapendo che le società francesi, chiunque esse siano, sono infatti dei bracci destri del sistema di spionaggio francese in Africa? Se gli Africani diventano coscienziosi, nessuna società francese potrà più mai conquistare alcun mercato in Africa. Ecco ciò che rischiano i miei maestri francesi, Youssouf. Spero che tu comprenderai ora la profondità della nostra inquietudine. Se questo caso Gbagbo apre gli occhi degli Africani che fino ad allora erano ciechi, sono sicuro che i miei maestri francesi saranno cacciati dall'Africa. Da qui il mio ricorso alla preghiera Youssouf, perchè gli Africani restino ciechi.


Se voglio citarti degli esempi, non si finirà. Il caso Gbagbo ci ha messo così talmente nei problemi, che non riusciremo mai a rimetterci. Dunque, per quanto riguarda il suo processo, bisogna solo che un animale come te per riuscire ancora a fermare il mio fallimento programmato, e limitare la vergogna che mi ha già avvolto come un cappotto. Sono sicuro che i miei maestri per tentare ancora un colpo di stato in Africa o persino per intentare ancora un processo a tutti gli Africani degni, ci rifletteranno due volte. Non vogliono rivivere questo genere di incubo. Il caso Gbagbo è stato un errore monumentale per loro. C’è talmente da dire che se voglio spiegarti tutto, farò un libro di parecchi volumi. Ci sono talmente di quei casi, Youssouf.


Youssouf: è ciò che vedo, signora. C'è anche un altro caso flagrante e veramente patetico che hai dimenticato. Si tratta di questo scherzo infantile e brutto che i tuoi maestri americani avevano commesso. Non appena essi avevano scelto di venire in soccorso dei francesi per il loro colpo di stato contro il Presidente Gbagbo, il pietoso Obama e le due streghe che lo circondavano, Hillary Rodham Clinton e Susan Rice avevano incoraggiato il Presidente Gbagbo a rinunciare al mandato che il popolo ivoriano gli aveva affidato, per ottenere in cambio un posto d’insegnante all'Università di Boston negli Stati Uniti.


Nyang Bensouda: Io non vedo ancora dove si trova il problema, Youssouf.


Youssouf: Ne vengo, signora. Ecco il problema: Barack Obama e le sue due vipere hillary clinton e susan rice fanno parte di coloro che cantavano su tutto i tetti che il Presidente Gbagbo era colpevole di crimini di guerra, di crimini contro l’umanità, di genocidio e ne passa. E essi facevano sfilare questi incantesimi contro il presidente Gbagbo, su tutti i loro media. Queste incolte che si pretendono di essere persone intelligenti, hanno dimenticato che essi erano sul punto di offrire un posto di insegnamento universitario a un assassino genocida. Nella loro imbecillità, essi avevano dimostrato agli occhi del mondo intero che la vera punizione che si dovrebbe riservare ai criminali di guerra, ai criminali contro l'umanità, e ai genocidi, era di concedere loro un nobile posto di insegnamento all'Università di Boston negli Stati Uniti. Ecco la stupidità al suo parossismo, signora.


Nyang Bensouda: è ora che io capisco, Youssouf. Devo ammettere che fino ad ora non avevo spinto l'analisi così lontano. Tu mi sorprendi, Youssouf. Non sapevo che gli animali erano così intelligenti.


Youssouf: Essi lo sono signora, come lo vedi. E essi lo sono a volte più di alcuni uomini. Non dimenticare che l'intelligenza viene da Dio. Il Dio che ha creato gli uomini, è lo stesso che ci ha creati, e ha dato a ciascuno un minimo d’intelligenza.


Con il ragionamento dei tuoi maestri americani, chi non augurerebbe di diventare criminale di guerra, criminale contro l'umanità, e un genocidio, signora? Ora che ho compreso che anche io, semplice animale, può ottenere un posto d’insegnamento all’Università di Boston negli Stati Uniti, solo diventando un criminale di guerra e o genocidio, non dovrei pensarci, signora? E ora che so che gli insegnanti delle Università americane sono per la maggior parte solo un gruppo di criminali di guerra e genocidi, non consiglierò mai più agli Africani di iscrivere i loro figli in queste università.


Nyang Bensouda: Non disprezzerò gli animali per la loro supposta mancanza di intelligenza, Youssouf. Sono abbagliato dalla tua grande saggezza e la tua grande intelligenza.


Youssouf: È già sbagliato che ci disprezzi, signora. Non voglio vantarmi, altrimenti ti darò parecchi esempi dimostrando che noi animali siamo a volte più intelligenti degli uomini.


Nyang Bensouda: Dammi un altro esempio, Youssouf.


Youssouf: Signora, io, un toro, non oserò mai, ma mai, accoppiarmi con un altro toro. E nessuna giovenca o mucca, anche se i suoi cervelli non funzionassero più normalmente, non andrebbe mai in un'altra giovenca o mucca per qualunque accoppiamento. Eppure è quello che voi fate, voi uomini, al punto di erigerlo come una norma. Voi ci scandalizzate, signora, voi esseri umani.


Nyang Bensouda: Cambiamo argomento, Youssouf.


Youssouf: è tu che hai chiesto un altro esempio, signora. Perché vuoi fuggire da questo argomento? Lasciami che te ne dica di più. Il pupazzo David Cameron, ex primo ministro della Gran Bretagna aveva nella sua demenza imposto agli Africani di adottare l'omosessualità, minacciando di fermare tutti gli aiuti verso l'Africa, se i suoi ordini non erano rispettati. La reazione del Presidente Mugabe, quest’altro degno figlio d'Africa, non si era fatto attendere. Lui aveva prima detto a Cameron in guisa di risposta che gli omosessuali erano dei cani, e si era corretto dicendo che chiamare i cani omosessuali, Era un insulto fatto ai cani, e anche una grande ingiustizia a loro riguardo, perché i cani sono sufficientemente equilibrati per sapere fare una distinzione tra un maschio e una femmina. Ecco la triste realtà, signora. Se gli animali, anche nella loro estrema follia, non possono mai lanciarsi nel genere di abominazione nella quale voi, cosiddetti uomini intelligenti, vi lanciate, è che c’è un problema, signora.


Nyang Bensouda: Euh!


Youssouf: Avevo letto un articolo nella quale l'autore diceva che quelli che dirigono questo mondo sono dei malati mentali. Aveva dunque ragione! Altrimenti come spiegare questo livello di ragionamento di un uomo cosiddetto istruito e intelligente, che più è il primo ministro di una grande nazione come la Gran Bretagna. Bisogna che un uomo sia raggiunto dalla schizofrenia fino all’ultimo grado per credere che le vite di 2 miliardi di Africani dipendano dai suoi cosiddetti aiutanti, e che la sopravvivenza di 54 paesi dipenda dalla sua "magnanimità". È un peccato, signora. Se il mondo è gestito da questo genere di cialtroni, è che si comprende meglio cosa ci si passa. Comprendo meglio ora quest'uomo di Dio che spiegava che i dirigenti di questo mondo non sono uomini normali, ma piuttosto una banda di rettiliani, dei demoni in carne inviati da lucifero per distruggere il mondo.


Nyang Bensouda: Anche se quello che dici mi fa vergogna, è tutto persino pertinente, Youssouf.


Youssouf: Assolutamente, signora. È tanto più pertinente che diventa imperativo di suonare l'allarme. L'ex presidente francese Francois Hollande ha persino avuto la presunzione di glorificarsi di avere sodomizzato e gomorrizzato la Francia, facendo votare ciò che lui ha senza scrupoli chiamato "Matrimonio per Tutti". Un modo per dirci che nel loro mondo, vale a dire il mondo dei scervellati, tutto può accoppiarsi con tutto. È tutto semplicemente sbalorditivo. Ciò che questo individuo ha trovato positivo nel suo bilancio come presidente della repubblica francese, è di aver trasformato il suo paese in Sodoma e Gomorra. Colmo di sventura, se ne inorgoglisce. Sì lui se ne glorifica. È d’altronde la sola prodezza che ha riuscito durante il suo quinquennio.


Nyang Bensouda: E se si cambierebbe argomento adesso, Youssouf?


Youssouf: Volentieri, signora.


Nyang Bensouda: Ero sul punto di citarti degli esempi del danno che il caso Gbagbo ci ha creato. Lasciamene citarti un altro. È quello di Guy-André Kieffer, questo giornalista franco-canadese rapito e assassinato a quanto pare dalla moglie di Gbagbo. Prima del processo di Gbagbo tutto il mondo aveva creduto nella versione ufficiale, quella che i nostri media distillavano. Eppure ora, ciascuno sa che è la Francia con dramane ouattara che hanno pianificato ed eseguito la scomparsa e l'assassinio di Guy-André Kieffer per accusare Gbagbo.


Youssouf: Sì signora, l'ho anche appreso. Ho anche appreso che dramane ouattara ha mandato i suoi agenti segreti fino a Ghana per assassinare un testimone di questa faccenda che si era impegnato a svelare tutto e a aiutare gli investigatori a trovare persino il cadavere di questo giornalista.


Nyang Bensouda: Tu puoi dunque immaginare l'imbarazzo dei miei maestri quando tutti questi complotti sono messi a nudo. Con ciò, più nessuno darà il minimo credito alle altre accuse dei miei maestri contro chiunque sia. Questo caso Gbagbo li ha talmente screditati. Guarda il caso dei soldati francesi uccisi a Bouake. Ciascuno sa ora che è la Francia di chirac che ha pianificato ed eseguito tutto questo, e che Gbagbo non c’era per niente. È la ragione per la quale nessuna indagine è stata condotta fino ad oggi.


Youssouf: È veramente grave, signora. Eppure è sulla base di questa menzogna grottesca che tutti gli aerei militari di un paese come la Costa d'Avorio sono stati distrutti, con la complicità dell’ONU. La strega michèle alliot-marie, che di maniera flagrante aveva organizzato il volo dei piloti bielorussi che pilotavano gli aerei coinvolti nel cosiddetto bombardamento dei soldati francesi a Bouaké, è sempre in libertà, malgrado le prove dei suoi crimini. Da allora la vera versione di questo complotto è stata messa alla luce, l'ONU non ha detto nulla; non ha chiesto un'inchiesta internazionale; lei non ha emesso nessuna condannazione. L'ONU, che non esita mai ad unirsi d’urgenza per condannare la morte accidentale all'estero di un cane, un gatto o qualsiasi altro animale appartenente ad un occidentale, e che è sempre pronto a chiedere delle inchieste internazionali quando un Occidentale muore in Africa, è rimasto di marmo fino ad oggi. Ma passando, chi deve pagare per tutti quegli aerei che la Francia aveva distrutto, signora?


Nyang Bensouda: Io non sono Ivoriana, Youssouf. Spetterà agli Ivoriani di gestire.


Youssouf: Signora, prima ha detto che dovresti tornare al caso dell'ONUCI.


Nyang Bensouda: Sì Youssouf, ritorniamo. La distruzione dall'ONUCI di tutti i suoi documenti legati alla gestione della crisi ivoriana è stato un altro grande goffaggine da parte dei miei maestri. Questi documenti erano talmente compromettenti che i miei maestri non potevano permettersi di mantenerli, ma il fatto di distruggerli, e di distruggerli così presto, ha provocato al mondo intero che non c'era nulla di vero nella versione della Francia e dell'ONU. Ogni uomo, anche il più ignorante del mondo, ha capito che la Francia e l'ONU avevano tutto da nascondere. Non vedrai mai le persone normali, che non si incolpano di niente, si permettono di distruggere dei documenti estremamente importanti. Se vedi una persona coinvolta in una faccenda a distruggere consapevolmente dei documenti di una grande importanza, puoi solo spiegare le sue azioni in due modi: Sia lei è colpevole e ha interesse a distruggere le prove, sia è mentalmente squilibrata. Ora non bisogna più che l'uomo più disonesto del mondo o l'uomo più idiota del mondo, per credere a ciò che la Francia e l'ONU hanno detto riguardando la crisi ivoriana. Non vedrai mai persone oneste e mentalmente equilibrate, permettersi di distruggere dei documenti di una tale importanza riguardando un avvenimento incompleto. Ciascuno sa che questa crisi ivoriana del 2010 non è ancora risolta; la prova è che il Presidente di queste elezioni del 2010 è sempre in prigione alla CPI con uno dei suoi ministri, e la First Lady di quel paese è ancora in prigione dopo questa crisi, e centinaia di detenuti politici sono sempre in prigione, dopo la stessa crisi. Cosa può dunque giustificare la distruzione dei documenti di un caso che si è ancora sul punto di gestire? Comprendi dunque Youssouf, che sono più che consapevole che i miei maestri hanno diffuso la loro bassezza, la loro ingenuità, e la loro piccolezza nella gestione di questo caso ivoriano, ma non posso farci niente.


Youssouf: Signora, ciò che mi rivolta di più in tutto questo, è il massacro di migliaia di studenti Ivoriani. Tu sai che le migliaia di patrioti che la Francia e l'ONU hanno massacrato erano per la maggior parte dei studenti. Ciascuno sa che gli studenti di qualsiasi paese sono il futuro di quel paese. È dunque tutto il futuro della Costa d'Avorio e persino dell'Africa che la Francia con l'aiuto dell'ONU ha massacrato in questa maniera. Con ciò non avete vergogna di parlare di una giustizia internazionale, signora? Se almeno voi sareste attualmente alla CPI al punto di giudicare la Francia e l’ONU, lo si capirebbe. I tuoi colleghi giudici sono piuttosto sul punto di giudicare i sopravvissuti del massacro dei vostri maestri, e tu sei sul punto di condannare i sopravvissuti al massacro dei vostri maestri. Non è patetico, signora? L’ONU ha chiaramente dimostrato al mondo intero che è una missione di creazione e mantenimento della guerra e non una missione di mantenimento della pace come piace ben dichiararla nella sua ipocrisia.


Nyang Bensouda: Sono senza parole, Youssouf.


Youssouf: Andare in un paese a massacrare senza alcun imbarazzo, e in tutta impunità di migliaia di studenti come i tuoi maestri lo hanno fatto in Costa d'Avorio, è un fatto inedito. Ed è solo in Africa che una cosa simile è possibile. Sfortunatamente nessuno reagisce; né i dirigenti africani, né la società civile africana, né gli intellettuali africani, né i giovani africani. È terribile! Si ha persino visto alcuni idioti cosiddetti intellettuali africani, per sopportare una tale abominazione. Un presidente come Barack Obama che parecchi africani avevano apprezzato, non ha vergogna di garantire un tale genocidio. Questo teppista non ha esitato a qualificare delle migliaia di studenti ivoriani come teppisti, e li ha lasciati massacrati. Dimentica che se si avrebbe assassinato mentre che lui era uno studente, non sarebbe mai diventato Presidente degli Stati Uniti.


In più signora, i tuoi maestri, per dimostrare che essi sono solo dei malati mentali, hanno ancora la faccia tosta di parlare dei diritti dell’uomo. Dei sanguinari che possono decimare migliaia di studenti senza stati d’animo non dovrebbero mai più parlare di diritti dell’uomo, se essi godevano di tutte le loro facoltà mentali e intellettuali. Sarai d'accordo con me sul fatto che se ci fosse un po’ di coerenza in questo mondo, i tuoi maestri sarebbero tutti in ospedali psichiatrici. Ma c'è ancora un elemento importante che gli Africani devono capire ora. Ogni volta che i tuoi mostri di maestri parleranno di diritti dell’uomo, gli Africani devono capire che queste persone stanno parlano dei diritti degli Occidentali, e che questi diritti di cui è in questione, non riguardano in alcun caso l'Africano, perché l'Africano perché questi demoni non ha alcun valore, e non rappresenta nulla. È per questo che si può ucciderli da migliaia e decine di migliaia senza alcun imbarazzo, e senza dover rendere conto a nessuno, e senza che nessuno se ne accorga. Prendete ad esempio quello che sta accadendo attualmente nella Repubblica Centrafricana, e nella Repubblica Democratica del Congo, per citarne solo due esempi. I minerali che i tuoi maestri stanno saccheggiando, hanno più valore nei loro occhi dei milioni di Africani che essi massacrano per raggiungere i loro scopi. Spero che gli Africani si sveglieranno e si alzeranno questa volta.


Nyang Bensouda: Non lo desidero Youssouf. Sai che se gli Africani si svegliano e si alzano come tu speri, non saranno solo i miei maestri a soffrire. Le persone come me e tutti quelli che come me hanno scelto di tradire il loro continente, saranno cacciati dall'Africa. E tu sai che siamo ben numerosi, Youssouf. Oltre a quelli che abbiamo già citato, c'è henri konan bédié e la sua banda, blaise compaoré e la sua banda, goodluck jonathan alias badluck jonathan e la sua banda, abdoulaye wade e compagnia, e tutti questi altri presidenti vassalli della Francia che hanno partecipato a questo colpo di stato contro la Costa d'Avorio, senza contare gli altri colpi di stato portati in Africa dopo le guerre d'indipendenza. I nostri maestri e noi, preghiamo ogni giorno che l'Africa non si ribellerà mai.


Youssouf: Voi sarete felici se le vostre preghiere sono esaudite. Ma disgrazia a voi nel caso contrario. Nondimeno, voi avete della chance che io sia solo un animale, signora. Se ero un uomo, io mobiliterei tutta la gioventù africana per l’ultima liberazione dell'Africa.


Nyang Bensouda: Non ripetere questo ad alta voce, per favore, Youssouf. Se i giovani Africani coscienti ti sentiranno, potranno recuperare la tua idea.


Youssouf: Signora, prima tu hai menzionato il nome del bédié. Ecco un altro strano personaggio. Quest'uomo è di una bassezza indescrivibile. È lui che ha inseguire dramane ouattara dalla Costa d'Avorio perché lui era Burkinabé, ed è ancora lui che si è alleato con questo stesso Burkinabé per lasciare delle decine di migliaia d’Ivoriani siano massacrati dalla Francia e dai suoi ribelli. Nessuno capisce cosa gli passa nella testa di quest'uomo. Alcuni Africani preferiscono ora chiamarlo conard bédié.


Che Dio vi benedica!





Tweet

Sentitevi liberi di fare delle copie di questo articolo e di distribuirle.
Per scaricarlo, cliccate QUI o sull'icona Pdf di fronte.
PDF

Per leggere i file PDF dovete utilizzare Acrobat Reader.
Se non l'avete già potete scaricarlo gratuitamente
 Get Adobe Reader